LambrArte 2012 - LIBRO LIBERO

Artisti visivi per il libro e la lettura. Dall’11 al 21 gennaio 2012 la Biblioteca Comunale rionale di via Valvassori Peroni 56 ospita nello spazio espositivo al primo piano – negli orari di apertura della biblioteca, naturalmente a ingresso libero – una mostra di installazioni e opere artistiche, grafiche, fotografiche, di editoria “non ordinaria” di 9 artisti visivi “certificati” e di esordienti creativi: studenti del liceo artistico statale di Brera a cui si deve la realizzazione di originali e divertenti “libri d’Artista”. ()

bibliotechina Radici
Tema comune, liberamente affrontato da ciascun artista: il libro e la lettura. Appropriata, dunque, la sede in cui la mostra si tiene, la biblioteca di pubblica lettura: casa dei libri, potremmo dire (ma non solo), e servizio pubblico la cui “missione” è, anzitutto, la lettura come diritto e risorsa gratuita per il cittadino.

Opere di Cinzia Caretto, Carmen Carlotta, Alberto Casiraghy, Simona Lombardi, Gianni Maffi, Adriano Pasquali, Luigi Radici, Mario Tedeschi, Marco Terroni. Tra loro, sono fotografi Maffi e Tedeschi ed è editore-artista Alberto Casiraghy (con la sua divertente “y” finale e la sua specialissima produzione di 8000 libretti PULCINOELEFANTE, 33 copie a titolo, stampati con i caratteri mobili, 8 facciate di pregio in cui fioriscono poesie, aforismi e “operine d’arte” appositamente progettate e ospitate nella pagina), mentre Adriano Pasquali è artista-gallerista (anche se si definisce “non gallerista”) nello spazio della sua “Piscina comunale” in via Grossich angolo via Campiglio.

Tra le opere, alcuni “leporelli” – libri in esemplare unico o a tiratura limitata che si aprono a ventaglio, orizzontalmente o in verticale, ospitano segni, disegni, a volte testi –, e “libri d’artista” – intriganti animali artistici, editoriali, su cui può essere interessante affacciarsi e investigare per saperne qualcosa di più –.

Aperture e sinergie: i pannelli di forex con le foto 2001-2010 di Mario Tedeschi fatte al PAC Padiglione d’arte contemporanea di Milano in occasione di singole esposizioni, e l’opera in 10 volumi dell’italo-belga Marco Terroni, in omaggio a Raymond Queneau, sono in mostra allo spazio “Santeria” di via Paladini 8 (già conosciuto come sede di “Esterni” e cresciuto nel suo ruolo di ritrovo e aggregazione di qualità).


Inaugurazione: mercoledì 11 gennaio ore 18 alla Biblioteca di via Valvassori Peroni 56 e alla Santeria di via Paladini 8.



Tags:
biblioteche, Locus, via Valvassori Peroni

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha