Ragnar Kjartansson. The Sky in a Room

Sino al 25 ottobre la Chiesa di San Carlo al Lazzaretto ospita una performance creata dall’artista islandese Ragnar Kjartansson. ()

San Carlino immagine

Di Ragnar Kjartansson avevamo apprezzato l’intrigante installazione musicale “The Visitors” che Hangar Bicocca aveva proposto nel 2013.

Ora l’artista islandese (classe 1976) ritorna a Milano, ospite della sobria atmosfera di San Carlino al Lazzaretto, con il progetto “The Sky in a Room” nel quale, involontario complice il clima creatosi con la diffusione del Covid, alcuni cantanti professionisti eseguono ogni giorno, accompagnati dall’organo della piccola chiesa, un originalissimo arrangiamento di “Il cielo nella stanza”, immortale canzone di Gino Paoli.

Il brano si ripete ininterrottamente per sei ore al giorno, come se fosse un’infinita ninna nanna.

Promuove la performance la Fondazione Nicola Trussardi che ha scelto un luogo emblematico della nostra città per fare un omaggio d’arte a una Milano sempre più provata dall’epidemia virale.

L’ingresso è gratuito previa prenotazione obbligatoria al sito www.fondazionenicolatrussardi.com/mostre/the-sky-in-a-room


Ragnar Kjartansson
“The Sky in a Room”
Chiesa di San Carlo al Lazzaretto
Largo fra’ Paolo Bellintani, 1 Milano
Tutti i giorni sino al 25 ottobre, dalle ore 14 alle 20



Commenta

Re: Ragnar Kjartansson. The Sky in a Room
15/10/2020 Michele Sacerdoti
https://www.facebook.com/michele.sacerdoti.7/videos/10224159403635435

qui trovate un video che ho girato il 13 ottobre


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha