In scena in zona (4)

Una veloce carrellata di segnalazioni per andare a teatro da qui a fine mese. Naturalmente dalle nostre parti… ()

Eccoci approdati al “VentiVenti” che, detto così, non suscita quel timore riverenziale che ogni anno nuovo dovrebbe incutere. In attesa di capire cosa ci riserverà, limitiamoci a occuparci delle proposte teatrali sino alla fine del suo primo mese di vita.
Campo Teatrale propone sino al 19 gennaio Gianfelice Facchetti e la “Banda del Fuorigioco” in “La tribù del calcio”, tratto dall’omonimo saggio di Desmond Morris, un viaggio divertente e divertito nelle vicende del più bel gioco del mondo.
Il 24 gennaio è invece previsto un concerto del cantautore Flavio Giurato, mentre il 26 gennaio va in scena lo spettacolo per ragazzi “Home Sweet Home” di e con Roberto Capaldo.

In sala Shakespeare all’ Elfo Puccini sino al 26 gennaio è in corso la ripresa dello spettacolo “Atti osceni. I tre processi di Oscar Wilde” di Moisés Kaufman.
Grazie alla regia di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia, si narrano gli ultimi drammatici anni di vita dello scrittore, processato e condannato per sodomia. Bella interpretazione di Giovanni Franzoni, nella parte del protagonista, e dei suoi numerosi partner.
In sala Fassbinder sino al 2 febbraio è in scena “In piedi nel caos” in cui si dice in altra parte del giornale, mentre dal 21 al 26 gennaio (sala Bausch) approda a Milano l’atteso spettacolo “12 baci sulla bocca” della compagnia napoletana Nest con Francesco Di Leva (chi lo ha visto al teatro e al cinema in “Il sindaco del rione Sanità” di Martone ne conosce le capacità) e la regia di Giuseppe Miale di Mauro.
Un dramma “politico” che affronta tematiche scomode e discussi eventi di carattere storico, tra cui la tragica morte di Pasolini.

Il Teatro Leonardo ospita sino al 19 gennaio Drusilla Foer in “Venere nemica”, tratto da “Amore e Psiche” di Apuleio. Spettacolo en travesti divertente e dissacrante. Drusilla Foer è il nome d’arte del cantante e attore toscano Gianluca Gori.
A seguire, dal 23 al 26 gennaio, quasi in continuità di genere con lo spettacolo precedente, ritornano le Nina’s Drag Queens con “Il giardino delle ciliegie”, rivisitazione trasgressiva del capolavoro di Anton Cechov.

Due gli appuntamenti vicini a Spazio Teatro No’hma. Il 22 e 23 gennaio omaggio al grande musicista Chet Baker con “L’Angelo abietto”, mise en space per voce e suono con Marco Sgrosso, Felice Del Gaudio, Guido Guidoboni e Nico Menci.
A seguire, domenica 26 gennaio (ore 17), “On that Chaplin” con il simpatico Lello Arena nella parte del narratore di una storia che vede il grande Charlot alle prese con un ambizioso progetto musicale. Per altro pochi sanno che Chaplin era anche un eccellente violoncellista. Affrettarsi a prenotare secondo le consuete modalità del teatro (ingresso libero, prenotazione obbligatoria).

Al Teatro Martinitt è di scena sino al 26 gennaio la commedia “Uno di noi” scritta e diretta da Roberto Marafante. Dalla sinossi dello spettacolo:” Tasso di natalità e fertilità maschile sono sempre più in calo: come rimedieranno i nostri personaggi?”. Non resta che assistere…

Chiudiamo queste succinte segnalazioni con il Teatro Menotti dove sino al 19 gennaio si può partecipare allo spettacolo “Il mio nome è Caino” di Claudio Fava con Ninni Bruschetta e l’accompagnamento al pianoforte di Cettina Donato. Il tema, ricorrente in Fava, è quello della mafia.

Arrivederci a febbraio. Buon teatro a tutti.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha