Joker

Fumettone di buona fattura e di insano fascino soprattutto grazie alla straordinaria bravura di Joaquin Phoenix. Fantasy esasperato e violento, ambientato in un cupo scenario di sopraffazione e di delirio collettivo. ()

joker immagineArthur Fleck (Joaquin Phoenix) è uno psicopatico di mezza età che vive con la madre malata in un sordido appartamento della periferia di Gotham City.
Lavora come clown per una scalcinata agenzia di spettacolo e vive delirando alla ricerca di una serenità interiore che neanche i farmaci più potenti riescono a restituirgli.
In un crescendo di malessere morboso, l’uomo, a cui è stato attribuito il soprannome di Joker, compie una strage nel clima esasperato di una città in rivolta.
Film di genere, con evidenti richiami alle vicende fumettistiche del mondo di Batman alias Bruce Wayne, riproduce in parallelo il malessere di una persona gravemente provata e le inquietudini di una società sull’orlo di una catastrofe civile e morale.

Ambientato negli anni ’80 del secolo scorso nella metaforica megalopoli di Gotham City, il film propone una lettura esasperata e violenta di un mondo sopra le righe, tragicamente destinata alla dissoluzione.
Alla regia tale Todd Phillips con modestissimi precedenti cinematografici (vedi “Una notte da leoni” e relativi sequel). Interpretazione turbata e ossessiva di un enorme Joaquin Phoenix ben sostenuto da un cast in grazia cinematografica, Robert De Niro sopra tutti.
Due domande vengono spontanee? Come ha fatto un film commerciale di dichiarato genere come “Joker” a vincere il Festival cinematografico di Venezia? E ancora, come è stato che, sempre a Venezia, il premio per la miglior interpretazione maschile sia stato attribuito a Luca Marinelli e non a Joaquin Phoenix, quando tra i due scorre un abisso interpretativo?
In attesa che qualcuno chiarisca i misteri, si prende atto che il puro piacere della narrazione sembra soddisfare sia le esigenze della critica, colta e inclita, che del pubblico senza aggettivi.
A tratti affiora la sensazione del dejà vu.

In programmazione al cinema Plinius e all’Arcobaleno Film Center


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha