A ottobre arriva...Invito a teatro

Una formula di abbonamento a costi contenuti ai teatri milanesi che da 41 anni ha il merito di avvicinare il pubblico alla magia del teatro. ()

invito a teatro immagineSe non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Per fortuna 41 anni fa qualcuno ci ha pensato e dopo più di cinque lustri questa benemerita iniziativa continua il suo percorso per promuovere il teatro milanese.
Uscita di scena la Provincia di Milano, nell’ambito delle cui attività culturali il progetto era stato ideato, l’associazione “Teatri per Milano”, con il supporto di Comune di Milano, Regione Lombardia, Camera di commercio e Fondazione Cariplo, ha portato avanti l’iniziativa giunta quest’anno, per l’appunto, alla sua quarantunesima edizione.

Per chi non lo sapesse, “Invito e teatro” è un abbonamento trasversale ai teatri milanesi di produzione che permette di assistere a un numero predefinito di spettacoli a un costo notevolmente vantaggioso per lo spettatore.
Per la prossima edizione, l’abbonamento tipo permette di partecipare a 10 spettacoli (in dieci diversi teatri) al costo di 100 euro. Esistono poi formule di abbonamento ridotto come, ad esempio, l’abbonamento riservati agli under 26 che permette di vedere 4+4 spettacoli al costo di 34 euro.
Una formula che consente allo spettatore, pagando al massimo una quota di 10 euro a spettacolo, di farsi un’idea panoramica dell’offerta del teatro milanese, mescolando generi e stili, poetiche e drammaturgie.

I teatri coinvolti sono i più importanti della città: Carcano, Elfo Puccini, MTM (Litta e Leonardo), Pacta, Piccolo Teatro, Buratto, Cooperativa, Filodrammatici, Fontana, Franco Parenti, Teatro i, Martinitt, Menotti, Out Off e Triennale.
A queste storiche realtà cittadine, alcune delle quali orgogliosamente collocate nelle periferie, si aggiungono quest’anno anche alcune compagnie che, non avendo una propria sede, programmano la loro attività negli altri teatri.
Tra loro, realtà come Atir (già Teatro Ringhiera, in ristrutturazione), Grupporiani (gli storici Colla), Gli Incamminati e la Compagnia Corrado D’Elia.
Va da sé che anche la nostra zona è abbondantemente coinvolta con i suoi storici teatri.
I numeri? 96 spettacoli complessivi, 15 teatri, 8 compagnie, 4 formule di abbonamento.
Lo scorso anno gli abbonanti sono stati quasi 7000, un numero decisamente importante e interessante per l’esistenza stessa del teatro cittadino.
Si diceva dell’abbonamento riservato agli under 26 che offre la formula 4+4 a 34 euro (quattro spettacoli per il titolare e quattro per il suo accompagnatore purché anch’esso under 26), oltre alla possibilità di acquistare a prezzo scontato l’Abbonamento Musei Young che dà diritto all’ingresso in più di 150 strutture museali di Lombardia e Valle d’Aosta.

“Invito a teatro”, esperienza unica in Italia, conferma anche il grande spirito di collaborazione e di solidarietà tra i teatri milanesi. Un bell’esempio di lungimiranza creativa e organizzativa.
Per sapere tutto ciò che serve per abbonarsi è obbligatoria la visita al sito www.invitoateatro.mi.it
L’invito (a teatro) è in scena…


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha