LaPrimaVoltaFuRivolta

E' il motto con cui Milano festeggia i 50 di movimento LGBT. Dal 21 a 30 Giugno, Milano Pride 2019 abbraccia la città con un forte messaggio di libertà, di orgoglio, rispetto delle differenze e inclusività. 10 giorni di eventi, 4 piazze aperte al pubblico a Porta Venezia e sabato 29 un’onda arcobaleno con oltre 250.000 persone. ()

Milano Pride 2019 (1)
Milano Pride 2019: la PRIDE SQUARE conquista Porta Venezia.
Una fiaccolata commemorativa dei moti si Stonewall e una tavolata per la pace con i migranti, un parco giochi arcobaleno per i più piccoli e li primo monumento LGBT+ di Milano ma anche un drag-musical, concerti e tanto sport.

Da giovedì 27 a sabato 29, il quartiere di Porta Venezia si tinge dei colori dell’arcobaleno e invita tutta la città in Pride Square, il village diffuso di Milano Pride, che quest’anno conquista anche Piazza Oberdan e anima Largo Bellintani, Piazzale Lavater e la scalinata di via Vittorio Veneto.

#LaPrimaVoltaFuRivolta, questo il motto di Milano Pride 2019, che fino a domenica 30 giugno festeggia il 50° anniversario dei Moti di Stonewall a New York che hanno dato vita al movimento LGBT. Come allora, il messaggio di libertà, di orgoglio e autodeterminazione, di rispetto delle differenze e inclusività mai spento, né mai si spegnerà. Milano Pride è promosso dal C.I.G. Arcigay Milano e dal Coordinamento Arcobaleno che riunisce gruppi e associazioni LGBT+ e ha il patrocinio del Comune di Milano e della città metropolitana di Milano.

Piazzale Lavater
Candle Light + Inaugurazione del Primo Monumento LGBT+ di Milano
Non è chiaro se sia stato un tacco o una bottiglia, ma una cosa è certa: brandito da Sylvia Rivera ha cambiato il corso della Storia. La sera del 28 Giugno 1969, la clientela clientela del gay bar Stonewall nel Greenwich Village di New York ha reagito all’ennesimo raid della polizia dando vita al movimento LGBT+. 50 anni dopo, Milano si unisce alle celebrazioni del World Pride di New York e ricorda i Moti di Stonewall con una fiaccolata.
L’appuntamento aperto a tutti è alle 21.30 in Piazzale Lavater; dopo l’accensione delle candele, verranno lette alcune testimonianze dei protagonisti dei Moti.
Per l’occasione viene inaugurato il primo ‘monumento’ LGBT+ di Milano: la panchina Rainbow, realizzata dalla Social Street di Via Morgagni con il CIG Arcigay e con il patrocinio del Comune di Milano.

Rainbow Garden
Milano Pride abbraccia tutta la città a partire dai bambini. Dopo il successo dell’anno scorso, il Rainbow Garden torna in Piazzale Lavater per la gioia dei più piccoli e di tutte le famiglie, comunque siano esse composte. Gonfiabili da scalare, bolle di sapone e giochi per educare i bambini alla diversità e alla condivisione. In occasione del 50° anniversario di Stonewall, il racconto dei moti è stato adattato in favola e va in scena giovedì 27 alle 18 con uno spettacolo di burattini, mentre venerdì 28 alle 18 è raccontato da tre drag queen. Il Rainbow Garden è un’iniziativa fortemente voluta da Milano Pride e dall’associazione Famiglie Arcobaleno insieme a CIG e Rete Genitori Rainbow in collaborazione con il Blanco, il Ristorante Olio e la Gelateria Wally.
“Viviamo in un momento di forte rivendicazione. A partire dal riconoscimento alla nascita dei nostri bambini e l’attribuzione di doveri al genitore non biologico. Perché come genitori, non chiediamo diritti ma doveri nei confronti dei nostri figli. Ed è importantissimo che la politica prenda in considerazione che si parla di minori e non di ideologia.” Commenta Elena Mantovani, referente esterno per la Lombardia di Famiglie Arcobaleno.

Piazza Oberdan
La Pride Square di Milano Pride 2019 si arricchisce di due nuove location: piazza Oberdan che ospita gli stand di associazioni attive nella difesa dei diritti umani e dei diritti civili e il parcheggio antistante.

• Sport
Spirito di squadra, sana competizione, rispetto e voglia di vincere. Lo sport supera le differenze e attiva l’amicizia. Gruppi Sportivi di Pride Sport Milano allestiscono un vero e proprio campo sportivo per invitare i milanesi a provare diversi sport: calcetto, tennis, running e volley. In programma anche dimostrazioni di taekwondo e gare quidditch, lo sport di Harry Potter - ovviamente in versione ‘babbana’.

• Tavolata per la pace / Aperitivo Sociale #WithTheRefugees
Giovedì 27 alle 18.00 migranti e nuovi e vecchi cittadini e cittadine milanesi parteciperanno ad una grande tavolata, un momento conviviale a cielo aperto per conoscersi, raccontarsi e condividere il piacere di stare insieme.
“Stiamo vivendo uno dei periodi più cupi in cui politiche economiche e sociali predatorie che i governi a livello globale promuovono, politiche che in Italia manifestano un particolare accanimento nei confronti di poveri e oppressi, soprattutto se provenienti da paesi in difficoltà e. Proprio per questo in cerca di un rifugio e di protezione.” Commenta la onlus Cambio Passo impegnata nella tutela dei diritti di migranti, richiedenti asilo e rifugiati.
Il quartiere di Porta Venezia continua ad essere un crocevia di esperienze vicine e lontane, di successo e di marginalità. Per questo abbiamo coinvolto il Progetto IO, Immigrazione e omosessualità, e alcuni rifugiati sudanesi la cui testimonianza fa luce su cosa stia succedendo nel paese africano.

Food & beauty
L’area parcheggio avanti alla piazza è invece dedicato al food&beverage grazie alla presenza di alcuni sponsor del settore: è inoltre presente anche uno stand dove poter provare trucchi e acconciature di tendenza.

Largo Bellintani
Largo Bellintani è invece dedicato a chi che rende possibile Milano Pride. Un’opportunità per conoscere le associazioni, le aziende e i gruppi LGBT+ che sono impegnati a diffondere i messaggi e valori del Pride 365 giorni all’anno.

• Giovedì 27 alle 21 saranno eletti i tre rappresentanti del Nord che gareggeranno il 23 agosto a Torre del Lago per aggiudicarsi il titolo de “Il Gay più bello d’Italia 2019”.
• Venerdì 28 dalle 19.00 Checcoro, Diversa Vox - entrambi cori LGBT* e il coro al femminile Good News celebrano insieme alla città la magica notte del cinquantesimo anniversario dei Moti di StoneWall con canti d’amore, di lotta e di gioia.
• A seguire, va in scena il drag-musical DragRemo di La Wanda Gastrica, Peperita, Madama Twirly e la Caloggera. Ma se il più famoso Festival della Musica Italiana finisse nelle mani di quattro strampalate drag queen con grandi aspirazioni artistiche, cosa accadrebbe?

In Largo Bellintani anche il gruppo salute del CIG Arcigay, LILA Milano ONLUS e ASA ONLUS Milano con una postazione dove tutti potranno sottoporsi a test HIV rapidi e gratuiti.

La Scalinata di Vittorio Veneto
Anche quest’anno, l’iconica scalinata che da via Lecco conduce ai bastioni di Porta Venezia, si illuminerà dei colori rainbow e ospiterà un lounge bar e un dj set per animare le serate della Pride Square.

SOCIAL MEDIA
#MilanoPride Facebook Milano Pride: www.facebook.com/milanopride
#CiviliMaNonAbbastanza Instagram Milano Pride: www.instagram.com/milanopride
Twitter Milano Pride: www.twitter.com/milanopride


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha