In scena, in zona.(14)

Un mese di maggio con molti spettacoli teatrali da non perdere… ()

magellano immagineDa qualche tempo le stagioni teatrali tendono a protrarsi sino all’estate, ragion per cui il mese di maggio è ancora molto ricco di offerte e di proposte.

Iniziamo il nostro consueto tour tra i teatri della zona da Spazio Teatro No’hma che propone per l’intero mese spettacoli dedicati all’Africa, alle musiche del Mediterraneo e al viaggio.
Si parte l’8 e 9 maggio con “the new Africa” a cui segue l’11 e 12 del mese “No’hma folk sounds-Festival della musica popolare Italia e Mediterraneo”.
Il 15 e 16 maggio viene presentato lo spettacolo “Lune Kune Nga Ca”, riflessione sulla condizione socio-politica senegalese, dopo di che approda in teatro “Magellano”, racconto dedicato al grande esploratore, interpretato da Cochi Ponzoni (22-23 maggio).
Chiude la programmazione del mese di maggio (29-30) “Le Baptême du Lionceau”, spettacolo di marionette della cultura Bambara.
Come sempre l’accesso al teatro è gratuito con prenotazione obbligatoria.

A pieno regime anche l’attività dell’Elfo Puccini di cui segnaliamo alcune delle prossime proposte.
Dal 7 al 12 maggio è in scena Gabriele Lavia con “I ragazzi che si amano”, recital di poesie di Jacques Prevért interpretate da uno dei più grandi attori dei nostri giorni.
Sempre dal 7 al 12 maggio (in sala Fassbinder) il teatro propone “Settimo cielo” di Caryl Churchill, “un viaggio tra le politiche del esso vissuto da un gruppo familiare”, tra Africa e Londra. Regia e scene di Giorgina Pi.
Dal 14 al 19 maggio la compagnia torinese Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa propongono “Lear, schiavo d’amore”, riscrittura della tragedia di Shakespeare.

Il Teatro Leonardo (MTM Teatro) propone dal 9 al 19 maggio Corrado D’Elia in “Io, Vincent Van Gogh”, visitazione del genio artistico attraverso le parole di un interprete visionario e appassionato.
Diceva Van Gogh:”La normalità è una strada lastricata. E’ comoda per camminare, ma non ci cresce nessun fiore”.
All’insegna del divertimento la programmazione del Teatro Martinitt. Sino al 12 maggio è in scena “Genitori in affitto”, commedia di equivoci familiari, mentre dal 16 maggio al 2 giugno si potrà assistere allo spettacolo “(S)pie in missione”, “tre consorelle in Thailandia per una missione sotto copertura”.

Due gli appuntamenti di maggio a Campo Teatrale. Dal 7 al 12 “Il grande male, con tutto il bene”, “riflessione sulla potenza dell’incontro e sul rapporto tra dolore e amore”, con la compagnia Comteatro.
Dal 14 al 19 in scena “L’amore ist nich une chose for everybody” del colletivo Treppenwitz, spettacolo in diverse lingue che vuole raccontare la generazione dei giovani europei d’oggi.

Chiudiamo questa rassegna con il Teatro Menotti laddove, in attesa di “Trattoria Menotti” (dal 23 maggio al 16 giugno), spettacolo ispirato alla Milano di Giorgio Gaber (“Trani a Gogo”), sono in programmazione concerti e performances.
Sul sito del teatro è in evidenza l’appello “Salviamo il teatro Menotti” che chiede aiuto a cittadini e istituzioni per scongiurare la chiusura del teatro stesso:”Aiutate il Teatro Menotti! Aiutateci a non chiudere la serranda e a non trasformare via Menotti 11 in un rimpianto”.
A questo appello si associa anche il nostro giornale, invitando i nostri lettori a sostenere concretamente il teatro Menotti.


Per saperne di più sulla programmazione e sulle modalità d’accesso è bene consultare i relativi siti web:
www.campoteatrale.it
www.elfo.org
www.mtmteatro.it
www.nohma.org
www.teatromartinitt.it
www.teatromenotti.org


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha