L'altra metà della storia

Un buon film inspirato da un ottimo libro con due grandi interpreti. Cosa volere di meglio? Correte al Palestrina. ()

la storia immagine

Un viaggio, avanti e indietro, tra presente e passato per scoprire ciò che, almeno apparentemente, chi racconta la storia non fa o non vuole far capire. Antiche passioni e antichi amori sopiti che stentano a riemergere in un confine delicato tra rimozione e memoria.

I suoi temi il film li deve al romanzo (breve) “Il senso di una fine” di Julian Barnes che è consigliabile leggere, indipendentemente dalla versione cinematografica. Per altro “Il senso di una fine” è anche il titolo originale molto più appropriato della versione scelta per l’edizione italiana.

Tra passato e presente, la vita grigia come una pellicola in bianco e nero e un po’ depressa di un uomo di mezza età (un ottimo Jim Broadbent) ritrova rinnovato vigore nel tentativo di comprendere il senso di un lascito testamentario (un vecchio diario di un amico di gioventù) che porta con sé ricordi sgradevoli e presagi di sventure.

L’incontro con una vecchia fiamma (un’indurita Charlotte Rampling) fa scaturire dal passato ossessioni e fantasmi rimossi. Quasi un noir esistenziale, sapientemente cucinato in una Londra minore da un regista indiano, Ritesh Batra, già autore di un sorprendente “Lunchbox” (2013) di ambientazione indiana.

“L’altra metà della storia” è al contrario molto british, anche grazie alla credibile partecipazione di personaggi minori, una ex moglie e una figlia incinta del protagonista, un postino, qualche amico alle prese con pinte di birra in un pub, che offrono spazio e corpo a una narrazione lucida e molto molto sobria.

Il libro termina con questa frase emblematica:” C’è l’accumulo. C’è la responsabilità. E al di là di questo, c’è il tempo inquieto. Il tempo molto inquieto”.

Già. I nostri tempi sono veramente molto inquieti. Il film è da vedere anche per riflettere su quest’ultima considerazione.


In programmazione al cinema Palestrina.






Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha