Non è una città per piccoli

Riaperta l’area giochi di via Zanoia. Ma siamo sicuri che i lavori di ristrutturazione siano finiti? ()
DSC03891 copia
Sabato 15 giugno 2024. Giunge notizia che il parco giochi di via Zanoia sia stato riaperto al pubblico da pochi giorni. Il parco era stato chiuso nel mese di settembre dello scorso anno, “sottraendo” alla sua naturale utenza la possibilità di utilizzo per oltre otto mesi.
Per altro, stante alle dichiarazioni degli uffici preposti, i lavori di riqualificazione dell’area, adiacente alla piscina Romano, avrebbero dovuto terminare alla fine del mese di febbraio.
Poi, come purtroppo succede molto spesso dalle nostre parti, qualcosa ha evidentemente ostacolato l’annunciata conclusione dei lavori.

Finalmente ci siamo però, l’area viene restituita alle bambine e ai bambini che abitano a Città Studi, zona che certo non brilla per spazi a disposizione dello svago dei più piccoli.
Anzi, per dirla tutta, è probabilmente una delle zone della città con meno risorse di questo tipo.
Prendiamo atto però, come del resto già sottolineato da molti utenti, che i lavori eseguiti, malgrado gli otto mesi di durata degli stessi, sono di natura assolutamente minimalista.
Sono stati sostituiti alcuni giochi ormai vetusti e persino pericolosi, ma sono però scomparsi i due scivoli che arredavano il parchetto. Meglio, lo scivolo che riproduceva una sorta di castello è ancora lì, in un angolo dello spazio, provvisoriamente parcheggiato in attesa che qualche anima buona lo prelevi, prima o poi.

Il verde delle aiuole è precario e incolto, l’unica vecchia altalena rimasta è stata in qualche modo recuperata, l’annunciata fontana d’acqua centrale sembra non funzionare, il tartan che ricopre una delle aree gioco (!?!) è ampliamento rovinato e bucato (tre giorni dopo la riapertura?).
Che dire? E’ sconsolante riproporre ancora una volta il vecchio adagio milanese secondo cui (tradotto dal dialetto): “ Piuttosto di niente è meglio piuttosto”.
Ma perché in questa città i bambini più piccoli e tutti i cittadini devono (quasi) sempre accontentarsi del piuttosto?

Commenta

Re: Non è una città per piccoli
24/06/2024 Eddi
I bambini non votano...ma i genitori e i nonni si...


Re: Non è una città per piccoli
20/06/2024 Antonietta
Si è veramente una vergogna , il parco è stato chiuso per mesi, non si sapeva dove portare i bambini, non certo in piazza Aspromonte né in piazza Durante dove mi è capitato di vedere adulti in pieno giorno orinare accanto alle panchine del parco, tre anni fa avevo incontrato il sindaco Sala che ispezionava la piscina in vista dei lavori, mi aveva assicurato che anche il parco entro tre mese da quella data sarebbe andato a posto. Ho scritto ripetutamente in comune a parte lo scarica barile tra un assessorato e l altro, non ho mai ottenuto una risposta.


Re: Non è una città per piccoli
20/06/2024 Flavia
C'è da segnalare anche un altro fatto, prima della "riqualificazione" il parco giochi, a una certa ora della sera veniva chiuso. Ora resta aperto tutta la notte con quel che ne consegue.
I bambini si ritrovano a giocare tra vetri di bottiglie rotte, mozziconi di sigarette e schifezze varie.
Davvero una strana scelta da parte dell'amministrazione comunale.


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha