I Sentinelli e Cristina Trivulzio di Belgiojoso

Sabato 27 i Sentinelli hanno organizzato un flash-mob dedicato agli “invisibili” delle leggi sui diritti, in piazza Belgiojoso, dove, a settembre, è stato inaugurato il primo monumento milanese dedicato a una donna. ()
Cristina BelgiojosoLa statua sulla piazza è stata ornata di una mascherina di carta che anche i presenti hanno indossato; i cartelli, che alla fine della breve manifestazione, molto civile, sono stati deposti ai piedi del monumento riportavano dichiarazioni senza insulti o minacce, senza aggressività o protervia, politicamente corrette.
Al termine la piazza è rimasta pulita, salvo la mascherina di Cristina, prontamente rimossa da un poliziotto.

Il luogo è stato scelto in onore della Principessa, una donna che ha vissuto, ben oltre i suoi tempi, un'esistenza talmente avventurosa da avere anticipato qualsiasi passo emancipatore compiuto dalle donne: protofemminista, utopista ammiratrice di Charles Fourier, giornalista, infermiera, imprenditrice illuminata, fondatrice di scuole, giornalista, organizzatrice politica, eroina dell'Unità d'Italia, viaggiatrice. Soprattutto orgogliosa, libera e indipendente, come potevano esserlo, nella prima metà dell'ottocento, solo le donne nobili, ricche e, nel suo caso, fuori da ogni schema di pregiudizi sociali.

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha