Una sede unica per il Vespucci

Il 5 dicembre, assemblea pubblica per il Vespucci, l’istituto che da oltre 50 anni forma seri professionisti nel campo dell'enogastronomia e che, in controtendenza, quest'anno ha dovuto rifiutare l'iscrizione a 150 allievi che avevano scelto un percorso di studi, e professionale, in uno dei settori trainanti per l’economia del Paese. Oltre 1400 studenti.Tre sedi, nessuna pienamente agibile. Un progetto di ampliamento che giace da anni. Ecco l'appello del Consiglio d'Istituto. ()

vespucci

L’Istituto alberghiero Vespucci conta una popolazione di 1408 alunni distribuiti tra la sede di Via Valvassori Peroni (28 classi) e le succursali di Lambrate (13 classi) e di Largo Sereni (14 classi). Questa logistica ha ricadute gravi sull’organizzazione del servizio, dalla formulazione dell’orario delle classi all’occupazione dei laboratori e delle palestre.

Inoltre, le succursali presentano numerose e preoccupanti criticità. Nel 2002 è stata dichiarata inagibile la parte centrale dello stabile di Lambrate (di proprietà del Comune) che comprende le scale interne di collegamento tra i piani. Gli studenti sono così costretti ad usare una scala “antincendio” esterna, pericolosissima in caso di pioggia, neve o gelo. Negli anni sono stati attuati solo frammentari interventi manutentivi che hanno cercato di sopperire alle emergenze. Lo stato generale attuale degli spazi interni dell’immobile risulta indecoroso: dai servizi igienici agli infissi, dal sistema di allarme alle barriere architettoniche. Inoltre sono particolarmente insufficienti e inadeguati gli ambienti per la didattica di laboratorio: le cucine e le sale, destinate alle esercitazioni pratiche che tanto distinguono l’istituto, presentano criticità strutturali.

Alcune problematicità caratterizzano anche la sede di Largo Sereni: dalla sicurezza (assenza di sistemi adeguati, presenza di barriere architettoniche insormontabili) agli spazi per la didattica (palestra non utilizzabile dalla scuola, inesistenza di laboratori per le esercitazioni pratiche).

Nonostante questa grave situazione, i lavoratori e dirigenti si sono fatti carico dei disagi, garantendo l’offerta costante di un servizio qualificato. Oggi però le preoccupazioni aumentano perché dal 2013, saranno necessari più laboratori per le classi IV che dovranno svolgere attività di laboratorio come previsto dai nuovi piani di studio .

Né i laboratori presso la sede centrale né quelli nella succursale di Lambrate saranno in grado di rispondere a questo bisogno.

Ad aggravare la pesante situazione organizzativa e logistica la Provincia ha comunicato la dismissione della succursale di Largo Sereni, dal 1 settembre 2013 e il trasferimento delle quattordici classi presso la sede dell’ITIS “Molinari” in zona Cimiano, in uno spazio già parzialmente occupato da un altro Istituto superiore e comunque privo degli indispensabili laboratori specifici per gli indirizzi ristorativi e soprattutto senza alcuna fornire garanzie per il futuro.

Da anni (almeno 16) il Vespucci chiede una sede unica

Dal 2002 ad oggi l’unica strada logica è sembrata l’ampliamento della scuola sui terreni limitrofi di via Peroni 10. Il Comune di Milano si è impegnato a cedere il diritto di superficie dell’area e la Provincia, già dal 2002, ha elaborato un progetto in proposito, che fino ad oggi sembra irrealizzabile sul piano economico. L’atto di conciliazione di fine settembre, richiesto dalle organizzazioni sindacali del Vespucci, ha fatto intravedere come possibile soluzione la richiesta al Ministero di uno specifico stanziamento straordinario.

Ma la vera domanda è: perché in questi 12 anni non si è riusciti a dare una sede dignitosa e duratura al Vespucci? Un istituto che , da più di cinquanta anni, con riconosciuta competenza, forma validi professionisti nel campo dell’enogastronomia, dei servizi e dell’accoglienza turistica. Una scuola che è fortemente impegnata sui temi dell’alimentazione, della salute, della sostenibilità alimentare e dell’integrazione anche in vista di Expo 2015 e che, in contro tendenza rispetto ad altri, è addirittura costretta a negare l’iscrizione a più di 150 giovani nell’ultimo anno. Una scuola che, nonostante la grave crisi che l’Europa sta attraversando, offre sicure opportunità di lavoro ai giovani diplomati.

comunicato stampa e programma del 5 Dicembre

 


Studenti, genitori, docenti chiedono una risposta che abbia la prospettiva di garantire e valorizzare l’offerta formativa di questo Istituto che oggi rappresenta, e deve continuare a rappresentare, una risorsa per l'intera collettività.



 


Tags:
Vespucci, via Valvassori Peroni

Articoli o termini correlati

Sulla casa occupata di Valvassori Peroni (Focus)

Commenta

Re: Una sede unica per il Vespucci
22/01/2013


Re: Una sede unica per il Vespucci
15/12/2012 NICOLETTA


Re: Una sede unica per il Vespucci
14/12/2012 Ferrari Nadia
FIRMATE| FIRMATE! FIRMATE!

Aiutate questi ragazzi volenterosi che deisderano imparare un mestiere meraviglioso.


Re: Una sede unica per il Vespucci
14/12/2012 Ferrari Nadia
E' giusto aiutare questi ragazzi volenterosi ad avere finalmente una scuola con una sede unica dove poter imparare seriamente un mestiere bellissimo e ricco di soddisfazioni.

FIRMATE!


Re: Una sede unica per il Vespucci
13/12/2012 francesca


Re: Una sede unica per il Vespucci
09/12/2012 anna maria
da ex alunna, ho ricordi meravigliosi di questa scuola, prima in via tajani, poi anche io nella sede di lambrate per poi chiudere i miei anni nella allora nuova sede di valvassori peroni
auguri ai professori e agli alunni


Re: Una sede unica per il Vespucci
05/12/2012 marina.olivieri
Grazie a tutti quelli che sono intervenuti oggi al Consiglio d'istituto aperto e a tutti quelli che hanno partecipato alle attività; abbiamo bisogno del vostro sostegno.


Re: Una sede unica per il Vespucci
04/12/2012 stefania Foltran


Re: Una sede unica per il Vespucci
02/12/2012 Giamminonni Laura


Re: Una sede unica per il Vespucci
02/12/2012 FRANCESCA TARANTOLO
Partecipate alla mobilitazione del 5 dicembre.


Re: Una sede unica per il Vespucci
02/12/2012 Alessandra
Da vecchia studentessa che oggi lavora nel turismo grazie a questa scuola con la S maiuscola: firmate numerosi!!!!


Re: Una sede unica per il Vespucci
01/12/2012 Venturini Claudia


Re: Una sede unica per il Vespucci
30/11/2012


Re: Una sede unica per il Vespucci
30/11/2012 ELENA ZAMBELLI
ORA O MAI PIU'


Re: Una sede unica per il Vespucci
30/11/2012 tania vista


Re: Una sede unica per il Vespucci
30/11/2012 LOREDANA VECCHIO
Ragazzi!!! FIRMATE!!!!!!!


Re: Una sede unica per il Vespucci
30/11/2012 LOREDANA VECCHIO


Re: Una sede unica per il Vespucci
30/11/2012 Rosalia Di Salvo


Re: Una sede unica per il Vespucci
29/11/2012 Giuseppe Larovere


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha