Fermiamo l'ecomostro della Provincia

Ecco l’ecomostro che la Provincia di Milano vuole costruire abbattendo la parte posteriore dello storico Brefotrofio Provinciale di viale Piceno, costruito del 1914 in stile neo-romanico dall’architetto Vietti Violi, progettista dell’Ippodromo di san Siro, e dagli ingegneri Sarti e Denti (vedi foto degli anni trenta).

()

piazza Dateo

Si tratta di un edificio sottoposto a vincolo monumentale in quanto più vecchio di 70 anni in cui vengono demolite due palazzine su via Piolti de’ Bianchi, una su via Macedonio Melloni ed una su corso Plebisciti di due piani perfettamente integrate in un quartiere dell’inizio del novecento per fare posto ad un grattacielo di 30 piani che ospiterà gli uffici della Provincia.

La Provincia venderà il resto dell’edificio su piazzale Dateo per finanziare la costruzione del nuovo edificio, visto che non è riuscita a vendere il palazzo in corso di Porta Vittoria di fronte al Tribunale.

Il nuovo grattacielo avrà una superficie lorda di pavimento di 15.000 mq, la metà del Pirellone.

L’impatto sul quartiere sarà disastroso, lo si vedrà da tutto l’asse di corso Indipendenza, protetto nel 1990 da vincolo ambientale perché “ l'asse viario risulta cono prospettico di notevole interesse nell'insieme dei giardini e delle aree piantumate nonché degli impianti edilizi che, pur nella loro frammistione, mantengono ancora leggibili i caratteri tipologici-edilizi del primo novecento.”

Il vincolo definitivo, deliberato dalla Regione nel 2010, specifica che si tratta di un ”asse viario di forte effetto scenico al quale partecipano anche le correlate piazze, rappresenta una forte unitarietà urbanistica e architettonica alla cui riconoscibilità contribuiscono

i sistemi dei parterre e le alberature lineari di significativa imponenza e continuità che sottolineano i lunghi assi prospettici; rappresenta pertanto un elemento di forte caratterizzazione della città ottocentesca, di notevole significato e valore paesaggistico nel contesto urbano milanese, da salvaguardare e valorizzare tanto nella struttura complessiva quanto negli specifici elementi urbanistici e architettonici che li contraddistingue”.

Ecco cosa la Provincia vuole rovinare con il grattacielo nel suo cortile, poco prima di essere azzerata dalle leggi del Governo Monti.

Possiamo chiamare il grattacielo il “Podestone” dal Presidente Podestà, in concorrenza con il Formigone della Regione Lombardia in via Melchiorre Gioia.

Gli edifici che si affacciano su via Piolti de’ Bianchi saranno oscurati.

Negli edifici che saranno demoliti sono ospitati alcuni reparti dell’Ospedale Macedonio Melloni, collegati tramite una galleria sotterranea ed un centro psichiatrico dell’Ospedale Niguarda. Nell’ex Teatrino dei Bambini è ospitato il Teatro “La scala della vita”  dell’associazione Il Sipario dei bambini (vedi ultimo allegato uno degli edifici che saranno demoliti).


 


Tags:
ecomostri, Provincia Milano

Commenta

Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
31/05/2012 Paolo Morandi
Forse dall'articolo non è abbastanza chiaro, ma la volontà di costruire questo grattacielo è della Provincia la cui amministrazione non ha nulla a che fare, anche e soprattutto dal punto di vista politico, con la giunta cittadina.
Hanno garantito che qualsiasi passo sarà condiviso con la città. Speriamo!
Comunque il nuovo che avanza è palese: i cittadini si muovono. Hanno incontrato lunedì Altisonante e fatto capire che qualsiasi decisione dovrà essere partecipata, altrimenti si troverebbero a gestire le proteste.
Leggete http://www.z3xmi.it/pagina.phtml?_id_articolo=1708-Rallenta-il-piano-della-Provincia-sul-palazzo.html per sapere come stiano andando le cose.


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
31/05/2012 arturo
....ecco il nuovo che avanza......
le promesse in campagna elettorale con tanto di referendum cosi tanto sventagliati dalla sinistra dove sono finiti ?
lo stop alla cementificazione???
la riqualificazione???
a milano ci sono piu grattacieli vuoti che asili nido...
un grazie ai milanesi che hanno votato pisapippa e la sua lobby finanziaria,..e quando tutto sara costruito, le provincie verranno abolite, e di questi grattacieli cosa ne faremo??.....li regaleranno ai loro amici palazzinari...


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
30/05/2012 Cittadino
Ma che cosa sensata!! Davvero... Veramente complimenti alla giunta per aver pensato solo a una cosa del genere...
Meriterebbero un premio! Sa il cielo come li vengono in mente delle idee del genere... Se vogliono i grattacieli che vadano a vivere a New York o dio sa dove altro...
Punto uno: a cosa serve? Punto due: Perché?
(Non sarà mica perché ci sono alcune persone che vogliono ancora più soldi, non servirà mica a far guadagnare i soldi 20 milioncini a chi so io... No, non posso pensarlo, tanto la giunta è così pulita e casta che mai si sognerebbe una cosa simile. No sono solo irreali preoccupazioni...)
Bah. Sono senza parole... Una zona così bella deturpata da una bestia del genere... Perché non farlo fuori da Milano o in una zona già sottoposta a cambiamenti urbanistici? Significherebbe cancellare un pezzo della storia di Milano, una zona dei primi del 900 un'evoluzione dello stile liberty...

Che schifo: il bello che in questo modo vorrebbero valorizzare la città! Hahaha ma andate a giocare a biglie, veramente...!!


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
28/05/2012 cristina
è indecente che un ente come la provincia che dovrebbe essere abolita sperperi soldi pubblici per costruirsi una sede.
Forse vogliono emulare Formigoni?


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
28/05/2012 riccardo borghi
è indencente che si abbatta un edificio storico!


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
27/05/2012 MAURIZIO MARIOTTI
FERMIAMOLO IN TUTI I MODI, A QUANDO UN PRESIDIO DAVANTI ALLA SEDE DELLA PROVINCIA?


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
25/05/2012 Massimo De Giuli
Un'altra pessima notizia :-( Condivido la proposta espressa da Gianluca Bozzia supportata da una bella petizione con cui coinvolgere i cittadini e cittadine!


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
24/05/2012 Michele Sacerdoti
La fonte è attendibile e quindi ho usato il futuro indicativo.
Ci sarà un incontro in provincia la settimana prossima e quindi potrò essere più preciso.


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
24/05/2012 Licia Betterelli
Podestà ha annunciato questa costruzione già due anni fa. La domanda è: dove troveranno i soldi? Ultimamente la Provincia si è defilata da molte iniziative a causa dei problemi di bilancio. E, soprattutto, i consiglieri di opposizione in Consiglio provinciale che cosa stanno facendo o hanno fatto per evitare la costruzione, visto che non si tratta di un'idea spuntata nell'ultima ora?


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
24/05/2012 Gianluca Bozzia
La violenza di questi edifici senza relazione con il territorio, le persone e gli altri edifici è anti economica, anti ecologica e anti relazione. Gli architetti trattano allo stesso modo il deserto di Dubai, la skyline di New York o Shangai e corso Plebisciti a Milano. E POI LE PROVINCE LE STIAMO ABBOLENDO!Perchè non ci compriamo la Torre Galfa e facciamo la Provincia comoda vicino alla stazione e alla Regione, riqulificando quello che già c'è?!
Gianluca Bozzia


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
24/05/2012 paolo acrnevale
Fermiamo l'ecomostro della Provincia


Re: Fermiamo l'ecomostro della Provincia
09/05/2012 Adalberto
Orrore! Se fosse un film si potrebbe intitolare: "La vendetta dello Zombie"!
Ma perchè, sig. Sacerdoti, usa quel futuro indicativo (sarà demolito) invece di un meno inquietante condizionale?
C'è forse un vero, concreto pericolo o si tratta solo dell'estremo scalciare di un impiccato?
Chiedo a gran voce che si diano tutte le informazioni necessarie affinche la cittadinanza, i Comitati per Milano, i Caschi Blu, la Croce e la Mezzaluna Rossa, L'Esercito della Salvezza se necessario e quant'altri, possano iniziare a mobilitarsi!
No pasaran! Non devono Passare.


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha