Girovagando: Papà dei lumi

Il locale è affollato di lampade da tavolo con paralumi di diverso stile , lampadari a gocce o in vetro di Murano, ma anche lampade di modernariato. In via Eustachi 15 sembra anche possibile trovare, forse in un cantuccio, un antico libro di magia o la lampada di Aladino. Monica racconta. ()

IMG 20200225 WA0015Quando è stato aperto questo negozio?

Mio padre aveva iniziato l'attività nel 1976, ma qui in via Eustachi siamo presenti da 41 anni. Mio padre vi lavorava con sua sorella, io invece ho proseguito con un'amica.

Quale tipo di scelta è stata la sua, solo in quanto erede o perché l'attività le piaceva?

Naturalmente avevo già collaborato con mio padre e sperimentato altre attività; preferivo tuttavia fare questo lavoro perché mi piaceva, perché consente di dar corpo alla propria creatività, divertendosi pure. Trasformare un oggetto d'uso diverso, modificare un lampadario arricchendolo con altri cristalli, anche colorati, cercare un effetto nuovo è gratificante.

Vedo lampade e lampadari degli anni cinquanta, avete anche oggetti di periodi precedenti?

Mio padre aveva collezionato lumi dall'inizio del '900 sino agli anni '80. Alcuni sono pezzi autentici, altri sono rifacimenti realizzati da bravi artigiani nello stile anni '50. Siamo in grado di restaurare antichi lampadari e luci da tavolo, perchè abbiamo un'ampia scelta di parti di ricambio. Ci sbizzarriamo a proporre paralumi con tessuti classici o stampe, alcuni clienti invece portano un loro tessuto o una carta da parati.

E' complicato rapportarsi con i clienti?

Ascoltiamo, collaboriamo, consigliamo i clienti, se lo richiedono. Arrivano persone che sanno quello che vogliono come gli architetti, o che necessitano uniformità di stile, ma dimensioni diverse per alberghi o ristoranti. A volte noleggiamo i nostri lumi per un servizio fotografico o per un set pubblicitario o un film.
Il rapporto con il cliente è anche fatto di intuito, è importante ascoltarlo e capire i suoi gusti .

Questa è la parte di routine, quale spazio resta per la creatività?

Avviene durante il restauro - che richiede sempre molta accuratezza -, di sospendere il lavoro e aspettare una sollecitazione, l'ispirazione, l'invenzione. Non sempre tutto è visibile al primo sguardo, bisogna lasciarsi tempo per trovare lo stimolo giusto. Così inizia la creatività.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha