Due nuove “pietre d’inciampo” nella nostra zona

Nella mattinata del 24 gennaio l’artista berlinese Gunter Demnig ha posato due nuove pietre d’inciampo per ricordare due vittime dei campi di sterminio nazista. ()

Copia di IMG 5229Una piccola folla e molti giovani erano presenti alla posa di due nuove pietre d’inciampo nella nostra zona.
L’artista tedesco Gunter Demnig ha posato una prima pietra davanti all’ingresso del civico 33 di via Lippi per ricordare la figura di Edgardo Finzi, prelevato dai fascisti nella sua casa milanese e condannato alla morte per le sevizie subite nel campo di sterminio di Auschwitz.
La seconda pietra è stata posta in via Paisiello 7 per ricordare Jenide Russo, coraggiosa staffetta partigiana torturata nel carcere di Monza e poi deportata nel campo di sterminio di Ravensbrück dove morì a soli 27 anni.

Alle sobrie cerimonie hanno partecipato Caterina Antola, presidente del Municipio 3, Lamberto Bertolè, presidente del Consiglio comunale, rappresentati dell’Anpi e della Comunità ebraica.
La nipote di Edgardo Finzi ha ricordato come avvenne l’arresto e la deportazione del nonno e ha invitato i più giovani a studiare e conoscere ciò che è successo perché non accada mai più.
IMG 5249
IMG 5229
IMG 5281
IMG 5226
IMG 5189
IMG 5243
IMG 5165
IMG 5201
IMG 5149
IMG 5194
IMG 5152
 



Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha