Claude Chabrol. Il maestro del noir francese

Dall’8 al 30 ottobre la Cineteca Italiana dedica un’ampia rassegna di 16 film a un autore che rappresenta a pieno titolo il miglior cinema francese del secolo scorso. Dove? A Spazio Oberdan, ça va sans dire. ()

le beau serge immagineDalla biografia di Claude Chabrol (1930-2010) basti citare il suo lavoro di critico presso i “Cahiers du cinéma”, la sua partecipazione al fenomeno cinematografico della nouvelle vague con Truffaut, Godard, Rivette e Rohmer con il quale scrisse anche un libro su Alfred Hitchcock, autore che lo influenzò lungo tutta la sua carriera di regista cinematografico (oltre cinquanta film realizzati).
Da “Le beau Serge” (1957) a “Bellamy” (2009), Chabrol ha interpretato per oltre cinquant’anni lo spirito più fecondo del cinema francese del secondo ‘900, con una particolare attenzione alle psicologie dei personaggi e agli ambienti.

La provincia francese, la borghesia, la condizione umana in senso ampio sono gli elementi che più contraddistinguono il suo cinema che spesso si è misurato con il noir e con le inquietudini della società contemporanea.
Con lui hanno lavorato i più importanti attori e le più affascinanti attrici del cinema d’Oltralpe. Giusto per fare qualche nome, in ordine sparso, sono stati diretti da Chabrol Isabelle Huppert, Jean-Claude Brialy, Jean Paul Belmondo, Michel Serrault, Sandrine Bonnaire, Gérard Depardieu, Stéphane Audran (moglie del regista), Emmanuelle Béart e Valeria Bruni Tedeschi.
Una galleria straordinaria di interpreti che hanno contribuito a fare di Chabrol un riferimento importante del cinema europeo.

In rassegna presso Spazio Oberdan sedici titoli tra i più interessanti, dalle primissime esperienze narrative, ai film della maturità che, in alcune occasioni, si misurano con personaggi letterari (“Madame Bovary”, “Betty”) o con episodi tratti dalla cronaca.
L’occasione è unica per respirare il clima di un cinema che indaga sull’animo umano senza indulgenza o compiacimento.

Per la programmazione completa e le modalità d’accesso vale sempre il consiglio di consultare il sito www.cinetecamilano.it.

A bientôt…


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha