In scena, in zona (8)

Ancora scampoli di buon teatro prima che la stagione estiva consigli altre attività e altre riflessioni. ()

poesia la vita“Ben venga maggio/ e ‘l gonfalon selvaggio!” scriveva Angelo Poliziano qualche centinaio di anni fa.
Il nostro maggio teatrale non sarà selvaggio ma è certamente ricco di proposte di ottimo livello per cui vale la pena approfittarne.

Diamo inizio alle danze (virtuali) con il Teatro Menotti che propone nei primi giorni del mese entrante tre appuntamenti con una forte impronta musicale. Apre il giorno 3 Omar Pedrini con “Cane sciolto” in cui l’ex leader dei Timoria si esibisce in un live show molto personale. Dal 4 al 6 maggio sul palco della sala di via Menotti approda Alberto Patrucco con il monologo “C’era una svolta” in cui si coniugano teatro, musica e cabaret. Dall’8 al 13 maggio in scena “Piombo. Una canzone vi seppellirà”, musical d’autore con testi, musiche e regia di Gipo Gurrado.

Spazio Teatro No’hma apre il mese (2/3 maggio) con “Le garçon incassable” spettacolo dedicato ai fratelli Keaton di cui Joseph, in arte Buster, è universalmente famoso. Dal 9 al 10 “Santa Impresa”, una lettura scenica in cui Laura Curino racconta la vita dei santi sociali torinesi (Giovanni Bosco, Giuseppe Cafasso, Giuseppe Cottolengo…). In questo teatro l’ingresso è libero ma la prenotazione è obbligatoria (e non sempre si riesce a entrare…).

Al Teatro Martinitt è in scena sino al 13 maggio una brillante produzione del Teatro Carcano scritta e diretta da Francesco Brandi, giovane autore (anche attore) che si sta distinguendo per indubbia capacità narrativa. In “Prestazione occasionale” l’argomento trattato è tanto intrigante quanto inconsueto. Da scoprire.

Al Teatro Leonardo (MTM Teatro) sarà di scena dal 3 al 13 maggio Corrado D’Elia con il suo spettacolo “Poesia, la vita”, un percorso emotivo/riflessivo intorno ai valori universali della poesia e del poetico. E’ una prima nazionale.

Alma Rosè, una compagnia milanese tra le più attive sul nostro territorio (ha per altro sede in via Tadino), propone a Campo Teatrale lo spettacolo “Barbablù”, una rivisitazione attuale della notissima (e nerissima) fiaba di e con Elena Lolli, per la regia di Manuel Ferreira. Dall’8 al 13 maggio.

Approdiamo alla fine del nostro viaggio all’Elfo Puccini dove, sino al 20 maggio, sono di scena numerose proposte tra cui poter scegliere.
Con la tenitura più lunga, torna “Otello” per la regia di Elio De Capitani e Lisa Ferlazzo Natoli.
Nella rilettura del cupo dramma shakespeariano (nella nuova traduzione di Ferdinando Bruni) Otello è lo stesso De Capitani, Federico Vanni presta sembianze al perfido Iago e Desdemona è interpretata da Emilia Scarpati Ferretti.

Francesco Frongia cura invece il mini festival “Nuove storie” che presenta sette giovani compagnie in altrettanti spettacoli che hanno come comune denominatore la famiglia (“Ogni famiglia ha un segreto, e il segreto è che non è come le altre famiglie”.
Da vedere ancora “Maledetta metropoli” (2/4 maggio), burattini per adulti; “Stabat Mater” (5/7 maggio) della compagnia The Baby Walk; “Le vacanze dei signori Lagonia” (8/10 maggio) in cui il tema è declinato in una famiglia meridionale; “Cannibali” (11/13 maggio) di Kronoteatro; “Bandierine al vento” (15/17 maggio) con la compagnia Evoè per chiudere con “XY” (18/20 maggio) con Emiliano Brioschi.

Come sempre, questi sono solo spunti da approfondire consultando la programmazione più specifica dei singoli teatri:

www.campoteatrale.it
www.elfo.org
www.mtmteatro.it
www.nohma.org
www.teatromartinitt.it
www.teatromenotti.org

Che il buon teatro sia con voi. Alla prossima…


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha