25 Aprile all'Ortica

Grande festa della Liberazione nel quartiere. Un susseguirsi di cerimonie civili e religiose.
La partecipazione è stata numerosa e attiva, riconfermando la caratteristica popolare e solidale del rione dei ferrovieri.
()

20180425 102608Dopo la messa e la deposizione della corona alla lapide della vecchia stazione ferroviaria, molti dei presenti hanno contribuito al restauro del murales vandalizzato del Generale Dalla Chiesa in via S. Faustino.
Oltre la Presidente del Municipio , la dottoressa Antola, bambini e adulti dotati di colore e pennelli, sotto la direzione dell'artista, Walter Contipelli, hanno ricoperto solo parte delle scritte, perché – ha spiegato l'artista – resti traccia e monito per riflettere su chi vuole tentare di cancellare il passato.
Si intravvedono ora parte di scritte di pittura rossa e una pioggia di piccole lacrime color sangue che ottengono l'effetto contrario voluto dai vandali.

Subito dopo ha avuto luogo la cerimonia di inaugurazione di due murales in via Amadeo presso le case dei ferrovieri: quello su “Il Lavoro e Il Partigiano Morando”, medaglia d'oro al valore militare, e quello del “Vescovo Ferrari” presente sul luogo.
Sotto un sole cocente, rinfrescato da un bel venticello, seduti comodamente, si sono ascoltati canti,
interventi delle autorità civili, sindacali e religiose, letture dal libro: “La memoria, passo dopo passo - i luoghi della memoria di Milano, a cura di Fogagnolo, Fossati, Quatela, e per completare la festa: aperitivo, musica e balli.
Gli interventi hanno tracciato la memoria di questo quartiere. Il Vescovo Marco Virgilio Ferrari già vescovo vicario di Milano, cresciuto – come ha ricordato – in due cortili: quello delle case dei ferrovieri e quello dell'oratorio, del primo ha narrato i giochi con tutti i bambini che abitavano lì, compresi i suoi fratelli e sorelle, perché erano 11 figli.

Giovanni Lanzetti ha allacciato i ricordi del partigiano Luigi Morandi, i cui pronipoti recavano la bandiera della Brigata Garibaldi di cui era comandante, con l'aneddoto dei nomi che ogni gruppo di case aveva: “corno d'oro”, “ca' dei becchi” ecc. che si rifaceva alla circostanza del lavoro notturno dei ferrovieri, le cui mogli restavano troppo spesso sole.
Ha illustrato il progetto “ORME” , del museo storico all'aperto, che ha un nuovo murales dedicato al lavoro, in via Ortica, e che proseguirà con un murales al liceo Pasolini dedicato alle donne che hanno lottato per i loro diritti; l'intera opera verrà terminata nel 2019. Il quartiere museo entrerà nelle mete della guida turistica e dei tour di Milano. L'orgoglio per il cammino compiuto, si è unito ai ringraziamenti agli sponsor dei murales.
L'artista, creatore dei murales, Walter Contipelli, - che è affiancato nell'attività da un altro giovane artista - è intervenuto ricordando la qualità democratica del museo all'aperto, sia perché ritrae e ricorda personaggi importanti per la vita del Paese e la cultura della città, sia perché ritrae la gente che qui lavorava e che ha contribuito a fare grande Milano. Comunicare, raccontare, porsi domande, sono stati i motivi a cui si è ispirato.

Massimo Bonini, presidente della Camera del Lavoro, che ha supportato il murales sul lavoro nel '800 e nel '900, ha posto l'accento sul tema della solidarietà, che deve unire ancora oggi i giovani, le donne, i lavoratori, il presente al passato.
La Presidente del Municipio 3, Caterina Antola ha voluto ringraziare tutti i partecipanti e la loro attività nel quartiere, così particolare e unico a Milano; mentre la vice sindaco Anna Scavuzzo ha dato la sua disponibilità ad intervenire qualora ci fossero problematiche da risolvere.
A quel punto, dopo che i canti si sono conclusi con “Bella ciao” e l'inno di Mameli, sono stati scoperti e ufficializzati i murales, tra i grandi applausi dei presenti, che si sono poi dedicati alle libagioni e la festa popolare è continuata.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha