La cura della città, cartelloni, cantieri e strade dissestate

Riceviamo e pubblichiamo le segnalazioni che lamentano situazioni di totale disattenzione alla cura della città. ()

IMG 20171010 104321Strade e cestini. La lettrice Ivonne Gabrieli scrive:
"Vorrei segnalare che il piazzale antistante la Chiesa SS. Nereo e Achilleo è tutto sconnesso ed è abbastanza pericoloso percorrerlo. Inoltre tutti i cestini del tratto Argonne verso piazza Fusina sono rotti da mesi e mancano del portacenere. Davanti alla fermata della 54 ci sono regolarmente una gran quantità di mozziconi per terra."

Strada sconnessa. La lettrice Sabrina Piccoli scrive:
"Egregia redazione, vorrei segnalare lo stato di completo abbandono direi in cui versa la strada di via rimembranze di lambrate. Una foto scattata settimana scorsa all'altezza della pizzeria "Lo zio" mostra chiaramente lo stato dell'asfalto. Oramai non ci sono solo buche ma si sono formati anche dei dossi e delle onde. Provate a passare in macchina e ve ne accorgerete. Ora il problema per me che vivo lì è che buche e dossi provocano al passaggio degli autobus dalle vibrazioni che si trasmettono agli edifici sulla strada. A me si sono aperte alcune crepe e il pavimento al passaggio di autobus e mezzi pesanti vibra molto. Il comune è stato più volte interpellato ma sembra che di Lambrate non se ne occupi. Anche il condominio ha segnalato il problema senza ottenere riscontri. Spero con il vostro aiuto di poter sollevare la questione e ottenere un intervento. Io purtroppo temo che gli edifici a causa delle vibrazioni vengano danneggiati e sono molto preoccupata."

Largo Rio de Janeiro, cartellone vendesi box. Il lettore Diego Gilardino scrive:
"Dopo la conclusione dei lavori relativi ai due parcheggi sotterranei, sono passati anni e sono ancora presenti sulla piazza finalmente sistemata cartelli che segnalano la vendita degli 'ultimi box' e un container/ufficio vendite perennemente chiuso. Ora, visto e considerato che in ogni parcheggio sotterraneo a Milano ci sono e ci saranno sempre box in vendita e in affitto, mi domando per quanto tempo ancora dovremo avere la vista del cartellone pubblicitario piantato nel prato e il container ufficio vendite. Grazie"

Che dire? Dobbiamo spesso rilevare come i marciapiedi e molte strade milanesi, fatta eccezione forse per alcune zone centrali, siano in uno stato pietoso, soprattutto dopo interventi sulla fognatura, le reti gas e luce, la posa di linee telefoniche. Una volta eseguiti i lavori l'asfalto viene ripristinato in qualche maniera, senza curare la continuità con le parti preesistenti, senza  ricostruire le corrette pendenze. I marciapiedi restano pieni di toppe e le strade di buchi. Eppure dovrebbe essere a carico dei committenti e delle ditte incaricate il ripristino a perfetta regola d'arte e i tecnici comunali dovrebbero controllare la buona esecuzione dei lavori svolti, non ci vorrebbe molto ed eviterebbe spesso un notevole disagio ai cittadini.


Commenta

Re: La cura della città, cartelloni, cantieri e strade dissestate
12/10/2017 Giorgio Dragoni
Concordo in toto con il commento conclusivo
dell'autore soprattutto riguardo al mancato controllo dei tecnici preposti prima del saldo della fattura.


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha