Torna Green City 2017

Lunedì 20 giugno, alla Cascina Nascosta ubicata nel parco Sempione, ha avuto luogo l'incontro di presentazione della terza edizione di “Green City per il 2018” che si svolgerà dal 22 al 24 settembre p.v. ()

green city

Green City è la tre giorni in cui si incontrano cittadini, associazioni, comitati, aziende che si occupano del verde pubblico per farne luoghi di condivisione, di progetti, di festa. L'evento di settembre si realizzarà sempre in Cascina Nascosta, che verrà restaurata per l'occasione.

Al tavolo dell'incontro di lunedì erano presenti: Elena Grandi, vicepresidente Municipio 1 , Assessore al Verde e all'Arredo Urbano; Pierfrancesco Maran, Assessore all'Urbanistica e al Verde del Comune di Milano; Franco Beccari di Legambiente.

Maran annuncia che chiunque voglia partecipare, potrà presentare il proprio progetto - purché attinente al tema -, all'evento Green City, in cui sarà presentato ciò che avverrà l'anno prossimo. Il Comune appronterà il “Regolamento del verde”, completandolo per renderlo più agibile, mentre il nuovo gestore del verde completerà la presa di contatto con le tante associazioni del territorio. L'intento del Comune è di valorizzare le associazioni dal basso, ben impostate negli ultimi cinque anni e incrementare il verde, utilizzando le aree degli scali ferroviari, come il previsto parco per l'Hobby faunistico a San Cristoforo e il parco allo scalo Farini.

Elena Grandi invita ad inviare i progetti per poterli presentare a settembre. Green City si svilupperà in Cascina Nascosta, che diventerà un luogo di cittadinanza attiva e permanente per incontri ed eventi, fornendo un punto di aggregazione delle tante associazioni che si occupano di valorizzare aree abbandonate, di cui il nuovo regolamento del verde fornirà indicazioni.

Franco Beccari si occuperà, con Legambiente di rimettere in sesto Cascina Nascosta, che dalla primavera potrà essere prenotata per svolgere incontri delle associazioni. Il progetto del ripristino comprende arnie per le api e produzione di miele, poiché ogni progetto di Legambiente prevede che vi sia un'area dedicata alla vegetazione spontanea, così anche nell'orto di via Padova vi sono arnie e si produce miele.

Altre voci di rappresentanti di associazioni sono intervenute sia per anticipare progetti, che per esprimere perplessità o criticità.

Il Presidente del Municipio 9 pone l'accento sul rispetto del verde che deve essere vissuto, come negli orti di Niguarda, e attrezzato per la fruizione del pubblico e degli sportivi; si augura che il parco dello Scalo Farini formi il collegamento mancante nell'area dei parchi Nord di Milano, anticipa il progetto di rendere verdi tutte le rotonde del Municipio, intestandole ai quartieri.

Antonella Bruzzese, Assessora al verde del Municipio 3, chiede che vengano supportati i progetti delle associazioni, semplificando le pratiche, dato l'interesse crescente dei cittadini per l'ambiente e il verde. Si augura che il giardino condiviso di via S. Faustino all'Ortica possa essere inaugurato in occasione di Green City.

Giorgio Tacconi chiede che il verde venga gestito dalla cittadinanza locale e si augura che si possa inaugurare in settembre il Parco delle Lettere realizzato con il contributo economico della Cariplo e del Comune e che si crei una rete tra le associazioni per condividere spazi e idee in tutta la città.

Il Presidente del Parco Segantini lamenta una manutenzione carente e gli ostacoli burocratici, le pratiche pletoriche, che incontra nella realizzazione del tempio della musica e si augura che si realizzi un coordinamento costante delle associazioni.

Manuela Vallari, che si occupa ormai da 10 anni del gruppo ornitologico dei Giardini Montanelli, racconta come sia incrementata la fauna con l'arrivo di volatili selvatici esotici, chiede che un'area del laghetto resti incolta per consentire l'allignamento della flora selvatica per api e farfalle e che, durante l'evento, sia concesso uno spazio al museo di Storia Naturale per proiettare le numerose foto raccolte.

Una proposta originale viene dal gruppo “Arrampicatori” per la gestione degli alberi monumentali, che chiede di poter effettuare mini cantieri dimostartivi di tree climbing e potatura durante Green City.

Pinosa Giuseppe dell'Associazione CO4 e Parco delle lettere del Municipio 4 organizzerà iniziative con letture verdi, per bambini e per disabili, book-crossing libero, ma lamenta la difficoltà per ottenere permessi per gli eventi.

Mentre Gilberto Rossi, Assessore di un comune della città metropolitana vede l'occasione di un rilancio economico con l'aumento dell'attenzione sul verde.

Morandi, dell' Associazione Parco Piazza d'Armi, che è diventato un parco modello, spera che sia rivista in diminuzione la percentuale del 50% del PGT di edificabilità dell'area del parco.

Il responsabile dell'Associazione Parco Forlanini propone di riprogettare - andando oltre il momento e guardando al futuro -, il ripristino dei viali interessati dal cantiere della MM4.

Marina De Lorenzo dell'Associazione Parco del Ticinello (Pz.le Abbiategrasso) racconta della vocazione agricola di Milano e della “lucciolata” che è ora possibile organizzare nel parco.

Per concludere Maran ricorda di inviare un'anticipazione delle iniziative da presentare a settembre, entro fine giugno, a cui seguirà un altro incontro in luglio; l'aggiornamento sarà reperibile sul sito. Fa presente che le procedure burocratiche sono più complesse e prolungate nel tempo quando si voglia costruire strutture su un luogo pubblico.




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha