Piccolo grande cinema

Nona edizione di una rassegna ormai storica organizzata nelle sue varie sedi dalla Fondazione Cineteca Italiana. ()

La mia vita da zucchina

Edizione numero 9 che equivale a dire “infanzia conclamata” per un festival dedicato agli spettatori più picoli che, anno dopo anno, diviene sempre più grande.

Dieci giorni di iniziative varie (dal 4 al 13 novembre) per celebrare al meglio un cinema di grande qualità che ha il difficile compito di rivolgersi al pubblico dei giovani per divertirli, emozionarlo, educarli.

Sono previste 12 anteprime internazionali (non perdetevi il delicato cartone animato “La mia vita da zucchina” di Claude Barras, candidato all’Oscar 2017), un concerto degli Swing Kids, laboratori di critica, incontri con gli autori (Bruno Bozzetto su tutti), un omaggio cinematografico a Luigi Comencini, grande regista italiano che spesso ha lavorato sui temi dell’infanzia e una sezione dedicata a film che riflettono sull’adolescenza per un pubblico adulto.

Molto curioso e intrigante è poi il percorso olfattivo “Al cinema col naso- i film come non li avete mai sentiti” in cui il cinema, oltre a guardarlo, viene anche “sentito” con l’olfatto. Sono previste tre postazioni di “Odorama” con le quali potersi immergere nell’esperienza del cinema 4D, a partire da domenica 6 novembre.

Tutto ciò accade nelle sedi storiche della Fondazione Cineteca Italiana allo Spazio Oberdan, al MIC-Musei interattivo del cinema e all’Area Metropolis 2.0 di Paderno Dugnano.

Ciò detto in estrema sintesi, per il programma completo si rimanda al sitowww.cinetecamilano.it, non è superfluo sottolineare che il Festival si inaugura venerdì 4 novembre al MIC di viale Fulvio Testi, 121 con “Notte al MIC” durante la quale 20 ragazzi super coraggiosi passeranno un’intera notte all’interno del Museo interattivo del cinema con giochi notturni vari e la proiezione in anteprima del film svedese in tema “Siv dorme fuori casa” di Catti Edfeldt e Lena Hanno Clyne, con tanto di red carpet e fotografi scatenati alla ricerca di immagini esclusive.

Tra le anteprime, al di là del già citato “La mia vita da zucchina”, sicuramente da non perdere sono “Captain Fantastic” di Matt Ross con Virgo Mortensen e, per i più piccoli, “Palle di neve” di Jean François Pouliot.

Il programma coinvolgerà anche le scuole milanesi i cui alunni, dal 7 all’11 novembre, potranno assistere a proiezioni dedicate con relativa costituzione di giuria per individuare il film più interessante della rassegna.

Nella sezione “Neverland” poi, è prevista la proiezione di alcuni film, destinati a un pubblico adulto, che indagano sul difficile rapporto tra genitori e figli e sul contrastato argomento dell’adolescenza.

Del resto l’obiettivo degli organizzatori è quello di “avvicinare ai temi dell’infanzia e dell’adolescenza tutte le età, dalla scuola dell’infanzia alle scuole secondarie fino al mondo degli adulti”, con un respiro internazionale marcato anche dalla collaborazione con il prestigioso Festival Castellinaria di Bellinzona.

Piccolo grande cinema per tutti dunque secondo le modalità di accesso che potrete consultare sul sito della Fondazione Cineteca Italiana.

Buonissime e profumatissime visioni.



Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha